Daimler: la mobilità del futuro è eco

Daimler: la mobilità del futuro è eco

Daimler AG esamina le ripercussioni ambientali dei propri prodotti lungo l’intero ciclo di vita e comunica periodicamente ed in modo pubblico i risultati delle relative analisi, tra l’altro, con il Sustainability Report annuale. Il messaggio chiave dello scorso anno è stato: nonostante un aumento della produzione superiore al 5 %, nello stesso periodo è stato possibile ridurre le emissioni di CO2 del 2,5 % grazie a provvedimenti volti al risparmio energetico ed al passaggio a vettori energetici a basso contenuto di CO2. In Europa dal 2007 le emissioni dell’intero parco veicoli si sono ridotte di oltre il 27%.
Per il futuro vetture come la S 500 PLUG-IN HYBRID e la C 350, di recente presentazione, con emissioni di CO2 rispettivamente di 65 g e 48 g rappresentano un ulteriore passo in avanti. Queste vetture sono le antesignane di un imponente rollout della Stella: complessivamente entro il 2017 verranno introdotti 10 modelli ibridi plug-in.
Oltre che sull’ibrido, Daimler AG punta sulla ‘guida autonoma’, come chiave di volta della mobilità del futuro. Già nel 2013, con il viaggio della S 500 INTELLIGENT DRIVE da Mannheim a Pforzheim, Mercedes-Benz è stata la prima Casa automobilistica al mondo ad aver dimostrato come la guida autonoma nel traffico cittadino ed extraurbano sia già possibile oggi con tecnologie preserie. Un anno più tardi, al Future Truck 2025 è stata posta la successiva pietra miliare per lo sviluppo della guida autonoma. E l’attuale vettura sperimentale, la F 015 Luxury in Motion, forte di un rivoluzionario concept dell’abitacolo mostra come spazio e tempo potranno essere utilizzati in futuro in modo più sicuro e intelligente.

Lascia un commento