Mobility in Italy – Moving Ahead. Guida autonoma, eco e connettività

Mobility in Italy – Moving Ahead. Guida autonoma, eco e connettività

Auto connessa, a guida autonoma ed elettrica: la sfida dell’innovazione si gioca, più che sulle prestazioni, sulle dotazioni tecnologiche in tema di sicurezza, connettività, riduzione dei consumi e delle emissioni. Molti i costruttori che, con i colossi dell’informatica e della componentistica, hanno già accettato la sfida. Tutti uniti per progettare piattaforme e consolle per l’abitacolo con capacità paragonabili a quelle dei computer portatili, ma soprattutto per rendere l’auto più connessa, confortevole e divertente da usare. La parola magica di oggi è sensori. Sensori che raccolgono informazioni, prevedono avvenimenti e prendono decisioni, vigilano sul nostro stato di stanchezza e sull’andamento della vettura, ci avvisano in prossimità di un ostacolo, quando è ora di fare una pausa, ci aiutano a parcheggiare, evitare incidenti o eventualmente chiamare il soccorso.

SMART HOUSE HONDA

Le nuove generazioni di automobili sapranno anche fare a meno del conducente. Sull’auto a guida autonoma si sta investendo in tutto il mondo, con sinergie tra l’industria dell’auto e dell’informatica per sviluppare hardware e software ad hoc e non perdere la sfida dell’innovazione. Sfida che si gioca sempre più anche sull’eliminazione delle emissioni nocive: oggi anche i più scettici hanno, infatti, capito che il futuro dell’auto è elettrico.
E di questo futuro si parlerà proprio a Mobility in Italy – Moving Ahead, evento promosso dal Comune di Milano, che si terrà il 28 e 29 aprile 2016 presso lo Spazio Base. Focus specifici della manifestazione saranno, quindi, i temi relativi all’auto connessa, alla guida autonoma e alla mobilità elettrica, ma anche al trasporto pubblico, alla sharing e urban mobility e ai servizi per la mobilità.

Lascia un commento