Nissan e WFP: insieme per la sicurezza e l’ambiente

Nissan e WFP: insieme per la sicurezza e l’ambiente

Un accordo importante. Nissan ha infatti annunciato la collaborazione umanitaria in Europa per un anno con il World Food Programme (WFP) delle Nazioni Unite con l’obiettivo di migliorare la sicurezza stradale e la sostenibilità ambientale all’interno dell’Organizzazione.
Il programma coinvolgerà i dipendenti del World Food Programme sensibilizzandoli sul tema della sicurezza stradale e permetterà di intensificare in modo significativo la catena di distribuzione del WFP in termini di emissioni ambientali e iniziative sostenibili, contribuendo così al programma dell’ONU “Greening the Blue” (“Rendere verde il pianeta blu”) volto a misurare, ridurre e compensare le emissioni di CO2 di tutte le agenzie appartenenti alle Nazioni Unite.
Con l’88% del personale del WFP, su un totale di 14.600 dipendenti, situato in 82 paesi nel mondo, la sicurezza ricopre un ruolo cruciale nelle attività quotidiane dell’Organizzazione perché deve essere sempre garantita una distribuzione efficiente del servizio alimentare alle persone più bisognose. Infatti risulta sempre più difficile raggiungere queste comunità spesso minacciate da disastri naturali e dai conflitti interni che rendono le condizioni stradali pericolose e di conseguenza quotidianamente si registrano incidenti.
Attraverso questa collaborazione, Nissan in Europa lavorerà a stretto contatto con il WFP per creare una cultura sulla sicurezza stradale tramite un programma di formazione a distanza per gli autisti del WFP, che conta una flotta di 3.200 veicoli, con l’obiettivo primario di rendere più accessibile l’aiuto umanitario a tutte quelle comunità difficilmente raggiungibili. Nissan farà leva anche sulla sua leadership nel settore ambientale per sostenere il WFP nella misurazione delle emissioni di anidride carbonica registrate nelle operazioni aeree, terrestri e marittime così come nella catena di distribuzione.

Lascia un commento