La nuova Mini Hatch diventa un po’ olandese

La nuova Mini Hatch diventa un po’ olandese


Nuova Mini Hatch

Nel novembre 2013 ha festeggiato l’inizio della sua produzione, nello stabilimento del BMW Group d’Oxford, ma ora la nuova Mini Hatch diventa un po’ olandese. Sarà, infatti, costruita sotto contratto, nei Paesi Bassi, presso la VDL Nedcar di Born.

Il Re Willem-Alexander d’Olanda, ha partecipato alla cerimonia ufficiale per la riapertura dello stabilimento di Born, dando lo start rituale alla produzione, con l’uscita della prima Mini Hatch dalla linea d’assemblaggio.
Erano presenti molti ospiti d’onore, tra i quali l’Ambasciatore tedesco, Franz Josef Kremp, il Segretario olandese degli affari economici, Henk Kamp, il CEO del VDL Group, Wim van der Leegte, il Dr. Andreas Wendt, Direttore dello Stabilimento del BMW Group a Regensburg e il Dr. Johann Wieland, responsabile degli acquisti indiretti del BMW Group.

Tale evento rende Mini l’unico marchio automobilistico a far costruire veicoli di serie sotto contratto in Olanda. Il BMW Group beneficerà dell’ottima ubicazione di VDL Nedcar, in termini logistici e di prossimità alla rete produttiva Mini nel Regno Unito, con le sue sedi d’Oxford, Swindon ed Hams Hall.

Una forza lavoro composta di circa 2.000 operatori, sarà responsabile della messa in opera della nuova vettura, dall’estate del prossimo anno. Nel 2014 si prevede che il volume produttivo della Mini, presso la VDL Nedcar, raggiungerà un numero a cinque cifre.

Lascia un commento