Suzuki: elettrificazione e propulsione ibrida per i motori di oggi e di domani

Suzuki: elettrificazione e propulsione ibrida per i motori di oggi e di domani

Tecnologiche a supporto dei motori che puntano ad ottenere una sempre maggiore efficienza: Suzuki sviluppa Ene-Charge, che sfrutta batterie agli ioni di Litio per l’accumulo dell’energia prodotta in decelerazione e frenata, al fine di consentire un successivo utilizzo dell’energia stessa a gestione dei servizi elettrici dell’auto.

ene charge suzuki

Questo sistema, che di fatto “solleva” la parte termica dalla produzione di un plus di energia, sul mercato giapponese ha ottenuto risultati importanti: proposto sulle vetture di categoria “kei-car”, l’abbattimento dei consumi ottenuti è stato capace di conquistare un ampio consenso, tanto da essere preferito da circa il 79% degli acquirenti nel periodo gennaio/marzo 2014.

img62484047
Il sistema Ene-Charge si associerà con la tecnologia ISG (Integrated Starter Generator), capace di creare una “ibridazione” dei veicoli senza l’impiego di un vero e proprio motore elettrico. L’evoluto dispositivo alternatore/starter integrato propone un incremento di circa il 30% dell’accumulo di energia in fase di decelerazione, un riavvio del motore silenzioso grazie alla trasmissione a cinghia e soprattutto una assistenza al propulsore in fase di accelerazione grazie all’utilizzo dell’energia elettrica immagazzinata. Inizialmente il sistema verrà impiegato sui veicoli compatti destinati al mercato giapponese.
Un discorso analogo vale per gli innovativi propulsori della serie DualJet Engine a doppia iniezione che garantiscono un incremento di coppia e consumi contenuti che, adottati sulle vetture compatte, sono stati scelti dal 40% degli acquirenti nel mercato giapponese nei primi mesi del 2014: un risultato che ribadisce il ruolo di leadership ricoperto da Suzuki nel segmento delle auto compatte, destinato a crescere grazie al continuo affinamento delle esclusive tecnologie. In Italia la tecnologia Dual Jet verrà gradualmente introdotta nella gamma a partire dai prossimi mesi. L’evoluzione di questi sistemi e della tecnologia legata agli accumulatori di energia, porterà in futuro alla realizzazione di veicoli elettrici di dimensioni crescenti, di vetture “plug-in” e alimentate a celle a combustibile per arrivare così alla mobilità totalmente elettrica.

Lascia un commento