Volkswagen promuove l’elettromobilità in Cina

Volkswagen promuove l’elettromobilità in Cina

Le metropoli cinesi sono forse tra le più problematiche ed inquinate al mondo, in tale contesto si posiziona l’iniziativa del Gruppo Volkswagen che si assumerà il ruolo di innovatore per questo immenso mercato. Martin Winterkorn, Presidente di Volkswagen AG, in occasione del Salone di Pechino ha annunciato: “Stiamo dando vita alla maggiore campagna per la mobilità elettrica della storia automobilistica cinese”. Il progetto prenderà il via con l’introduzione, prevista già per l’anno in corso, di due modelli Volkswagen: la e-up! e la e-Golf. Il budget stanziato sarà di oltre 18 miliardi d’ìeuro, impiegati sino al 2018 per la messa in cantiere di nuovi veicoli, tecnologie ed impianti d’ultima generazione. Il traguardo previsto dovrebbe portare a ben 500.000 dipendenti e ad oltre 3.600 concessionarie la presenza del Gruppo germanico in Cina.

La Porsche Panamera S E-hybrid è già presente nelle Concessionarie cinesi, mentre il prossimo anno il Gruppo lancerà altre due innovative vetture plug-in ibride: la Audi A3 e-tron e la Golf GTE. Nel 2016 sarà la volta di due modelli destinati esclusivamente al mercato cinese: la Audi A6 e la nuova berlina media Volkswagen, entrambi plug-in ibridi che saranno sviluppati in collaborazione con i partner FAW Volkswagen e Shanghai Volkswagen, e che saranno prodotti in loco. Inoltre, la concept Bentley Hybrid apre una finestra sull’ampio potenziale della tecnologia ibrida. Un fervore globale generato anche dal consenso conquistato sino ad oggi da Volkswagen; basti pensare che per la prima volta, nel 2014, sono previste fino a 3,5 milioni di consegne in Cina!

Lascia un commento