Nissan LEAF, importante traguardo in Germania

Nissan LEAF, importante traguardo in Germania

Il futuro inizia a Hagen dove Nissan insieme all’azienda tecnologica The Mobility House, il fornitore di energia ENERVIE e il gestore del sistema di trasmissione (TSO) Amprion hanno raggiunto un importante traguardo nella strada verso l’integrazione tra l’energia e la mobilità a zero emissioni.
Con Nissan LEAF e un’innovativa tecnologia di ricarica e gestione dell’energia, i partner del progetto sono riusciti a qualificare un’auto elettrica in tutti i parametri normativi del TSO per la regolazione primaria dell’alimentazione. Ciò consente l’utilizzo di Nissan LEAF come riserva di energia per la rete elettrica tedesca, un grande passo in avanti nell’affermazione della tecnologia Vehicle-to-Grid (V2G) in Germania.

Nissan LEAF

Per sostenere la transizione verso l’utilizzo dell’energia da fonti rinnovabili, occorrono soluzioni nuove e avanzate sia di stoccaggio che di stabilizzazione della rete elettrica. Il crescente utilizzo di energia rinnovabile provoca fluttuazioni nella rete che devono essere bilanciate inizialmente da dispositivi in grado di prevenire interruzioni di corrente.
Le auto 100% elettriche, come Nissan LEAF con tecnologia di ricarica bidirezionale integrata, assumono un ruolo sempre più importante in questo scenario. Attraverso il connettore di ricarica CHAdeMO, Nissan LEAF è in grado di prendere energia dalla rete o dalle fonti rinnovabili, stoccarla nella sua batteria e reimmetterla nella rete locale se necessario.

La capacità di ricarica bidirezionale di Nissan LEAF è alla base della sua integrazione nel progetto pilota presso la sede di ENERVIE a Hagen, in Germania. I processi di carica e scarica possono essere controllati e monitorati tramite l’innovativa tecnologia di ricarica intelligente e di gestione dell’energia di The Mobility House.

Lascia un commento