SpecialMente… BMW

SpecialMente… BMW

SpecialMente è il progetto di responsabilità sociale d’impresa di BMW Italia. Il nome del progetto, nato dalla collaborazione con Dynamo Camp e Ospedale San Raffaele di Milano è diventato il simbolo dell’impegno di BMW Italia in tema di inclusione sociale, dialogo interculturale, sicurezza stradale. Un simbolo che ha fatto del linguaggio della differenza una ricchezza per i valori del brand e che ha aiutato BMW Italia a mantenere una posizione di leadership in termini di reputazione in Italia.
Nell’ambito delle attività dedicate ai temi dell’inclusione sociale Progetto SciAbile è il progetto più longevo. Attiva dal 2003 la scuola di sci per disabili di Salice d’Ulzio ha portato oltre 1.050 persone sugli sci e ha erogato oltre 10.000 ore di lezioni gratuite per gli utenti.
“Abbiamo fatto tanta strada insieme – ha dichiarato Sergio Solero Presidente e AD di BMW Italia – ma moltissimo c’è ancora da fare per provare a dare dei segni importanti per costruire una società più integrata, e più tollerante.


Noi cerchiamo di dare un piccolo contributo che testimoni anche la nostra voglia di restituire alla società in cui viviamo ed operiamo una parte del successo che questa stessa società ci riconosce. E ci piace ricordare che tanta parte del progetto Specialmente è nata sulle piste di Salice d’Ulzio, con i maestri di Sauze Project, con Alex e con i magnifici ragazzi di Progetto SciAbile che, come Cocca, ogni volta ci insegnano a vivere”.
Testimonial del progetto fin dal suo esordio #alexzanardi pilota e atleta paralimpico plurimedagliato. Quest’anno, per la prima volta, un altro pilota “bionico” (come ama definirsi) Emiliano Malagoli, che corre con il team Althea #bmw Racing Team nella Bridgestone Cup, partecipa a Progetto SciAbile.
“Sono felice che Emiliano abbia riprovato a sciare – ha sottolineato Alex Zanardi – il suo gesto dimostra ancora una volta che i limiti sono quelli che ci imponiamo da soli e non quelli che le condizioni in cui ci troviamo prospettano. Prendo parte a Progetto SciAbile dal 2003 e vedo ancora oggi negli occhi dei maestri e dei ragazzi che partecipano lo stesso entusiasmo e la stessa gioia del primo giorno”.

Lascia un commento