UNRAE: aria nuova per il mercato europeo

UNRAE: aria nuova per il mercato europeo

Con i risultati di ottobre l’Europa dei 28+Efta segna la 26^ crescita consecutiva seppur ad una velocità più contenuta, confermata dal rallentamento in alcuni dei maggiori mercati europei come Germania (+1,1%) e Francia (+1,0%), mentre il Regno Unito, dopo tre anni e mezzo, arresta la sua crescita con un -1,1%. Quindi, tra i 5 major markets il maggiore contributo alla crescita deriva proprio dai risultati dell’Italia (+8,6%) e della Spagna (+5,2%).
Le vetture immatricolate nel mese, secondo i dati rilasciati dall’ACEA, sono state 1.144.109, in crescita del 2,7% sulle 1.113.703 dell’ottobre 2014.
Nei 10 mesi dell’anno sono quasi 12 milioni le vetture immatricolate in Europa (11.926.134), in aumento dell’8,2% sui risultati dello stesso periodo 2014. Spagna (+20,5%) e Italia (+14,7%) spiccano con una crescita a doppia cifra, mentre restano in 3 i Paesi, tra i 28+Efta, a mantenere un saldo negativo.

automobili
“Se il 2015 negli ultimi 2 mesi mantenesse lo stessa velocità di crescita – afferma Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere – l’Europa chiuderebbe finalmente sopra la soglia psicologica di 14 milioni di veicoli immatricolati”. “L’Italia in questo contesto sta beneficiando di una certa ripresa economica ed anche del confronto con la fase finale della depressione del mercato. E’, quindi – conclude Valente – un momento di grande opportunità di intervento sulla gran parte di parco circolante anziano, per accelerare il rinnovo di quei 9,5 milioni di vetture ante Euro 3, soprattutto in ottica di sicurezza ed emissioni”.

Lascia un commento