Unrae e Federauto: lenta ripresa per il mercato dell’auto

Unrae e Federauto: lenta ripresa per il mercato dell’auto

Il mercato dell’auto sembra essere in ripresa, anche se i segnali sono ancora troppo timidi. Secondo i dati diffusi dal Ministero dei Trasporti il mese di aprile si è chiuso con 119.099 immatricolazioni di autovetture nuove, segnando un +1,94% rispetto ad aprile 2013 e a chiusura del I quadrimestre le auto vendute sono 496.318, con un incremento del 5%, sulle 472.656 dello stesso periododello scorso anno. Incrementi troppo esigui secondo le valutazioni Unrae se si analizza anche il calo delle vendite alle famiglie, l’indicatore più importante dello stato di salute del mercato, che nei quattro mesi cedono più di 2.500 unità, concentrate quasi tutte in aprile, rispetto allo stesso periodo del 2013.

 

“Guardando avanti – ha commentato Massimo Nordio, Presidente dell’Unrae – pur apprezzando il rilancio della Legge n. 134 del 7 agosto 2012, sugli incentivi alle auto a Basse Emissioni Complessive (BEC), dobbiamo rilevare che le famiglie potranno beneficiarne in misura limitata ai soli acquisti di vetture GPL, metano, ibride ed elettriche”.
“L’auto è sempre stata una importante cartina di tornasole dell’economia reale italiana. Da gennaio 2014 in poi siamo in presenza di modesti rimbalzi positivi che, se confermati come tendenza annua, potrebbero portare il mercato Italia a consuntivare circa 1.360.000 – afferma Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto – In pratica metteremmo indietro le lancette dell’orologio al 2012, che aveva chiuso con 1.401.000. Se qualcuno volesse affermare che questo è un risultato positivo, siamo pronti al pubblico confronto”.

Lascia un commento