Unrae: obiettivo rinnovo parco auto

Unrae: obiettivo rinnovo parco auto

Prosegue anche in Europa la flessione delle vendite di autovetture nuove. Dopo il brusco crollo del mese di settembre (-23,4%), infatti, anche ottobre fa registrare una performance negativa.
Secondo i dati diffusi oggi dall’ACEA, l’Associazione dei Costruttori Europei, le vendite di autovetture nuove nell’Europa dei 28+EFTA sono state 1.118.859, in calo del 7,4% rispetto a quanto archiviato l’anno scorso (1.207.772 unità). Resiste ancora in positivo il cumulato del periodo gennaioottobre con 13.424.360 immatricolazioni e registra un +1,4% nel confronto con i 13.232.496 veicoli venduti nello stesso periodo del 2017.
Analizzando i dettagli delle vendite, si evince la conferma dell’influenza anche sulle immatricolazioni di ottobre dell’entrata in vigore della nuova normativa WLTP e della non completa disponibilità di prodotto da parte di alcuni Costruttori. Tutti i Paesi europei (ad eccezione di Croazia, Grecia, Ungheria e Lituania), infatti, registrano segni negativi e in particolare tra i 5 Major Markets, la Germania e l’Italia riducono i propri volumi del 7,4%, la Spagna del 6,6%, il Regno Unito del 2,9% e la Francia dell’1,5%. Saldo negativo anche nei primi 10 mesi per le vendite del Regno Unito (-7,2%) e dell’Italia (-3,2%).
“Con un parco circolante in Italia caratterizzato per il 34% da vetture ante Euro 4, quindi immatricolate prima del 2006, diventa urgente – afferma Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere – l’attuazione di un piano strategico che ne favorisca il rinnovo, puntando parallelamente sulla realizzazione di nuove infrastrutture”.

Lascia un commento