Ecogas: ecco la top ten delle auto trasformate a gas

Ecogas: ecco la top ten delle auto trasformate a gas

I carburanti a basso ambientale più diffusi in Italia – rappresentano, al 31 dicembre 2014 (dati Aci), il 7,76% del circolante italiano vetture – sono disponibili sia per molte auto di nuova immatricolazione, sia in after market sul modello di auto preferita, attraverso l’installazione di un impianto ad hoc.
Per quanto riguarda le trasformazioni, secondo le rielaborazioni dell’Ufficio Studi del Consorzio Ecogas su Dati CED – Ministero dei Trasporti, le preferenze degli italiani, nei primi nove mesi del 2015, sono andate a diversi modelli FCA.
La Punto domina sia la classifica dell’after market a GPL, sia quella del metano, rispettivamente con 8.433 e 1.332 trasformazioni effettuate presso le officine specializzate, seguita, sempre per entrambi i carburanti, dall’intramontabile Panda. Ypsilon e Grande Punto si giocano la terza e la quarta posizione. L’Alfa Mito è sesta per il GPL e ottava per il gas naturale.
Non mancano le altre marche. Ford Fiesta è quinta in classifica per il GPL e nona per il metano, Volkswagen Golf e Polo sono rispettivamente quinta e sesto per il metano, Polo è ottava per il GPL. La Opel Corsa si posiziona al settimo posto. Tra i primi 10 modelli trasformati anche Toyota Yaris, nona nella classifica del GPL e Opel Astra, in decima posizione sia per il GPL, sia per il gas naturale.

gas di scarico impianti gpl
Sempre più apprezzata la trasformazione delle piccole cilindrate, particolarmente adatte al traffico cittadino, dove le virtù ambientali dei carburanti gassosi sono più necessarie per l’abbattimento di CO2, NOX e PM10 e dove, in questi giorni di limitazioni e targhe alterne, GPL e metano consentono di circolare in libertà, fatta eccezione, in qualche caso, per i blocchi totali.
Conseguendo anche un forte risparmio sul costo del pieno: il Consorzio Ecogas ha calcolato che è circa del 55-57% rispetto alla benzina e del 42-45% rispetto al diesel.

Lascia un commento