Nuovo Renault CAPTUR: un design che cattura

Nuovo Renault CAPTUR: un design che cattura

Design più pronunciato e caratterizzante, rimane la firma luminosa, emblema della Marca… arriva un nuovo tetto in vetro. In termini di design, CAPTUR conserva i punti forti che lo hanno portato al successo, come le tinte Be-Style, e amplia l’offerta di personalizzazione con 4 nuovi colori esterni: Arancione Atacama, Blu Petrolio, Bianco Nacré e Nero Ametista (per la versione INITIALE PARIS), oltre ad una nuova tinta per il tetto: il Grigio Platino. Sono quindi più di 30 gli abbinamenti proposti per permettere a ciascuno di creare il proprio CAPTUR… Un Nuovo CAPTUR che evolve per rafforzare il family feeling con il fratello maggiore KADJAR: la griglia della calandra si avvicina ancor di più a quella degli altri crossover della Marca Renault, adottando inoltre un nuovo profilo cromato, a seconda delle versioni. Sempre in base ai livelli di allestimento, i paraurti integrano, nella parte anteriore e posteriore, nuovi SKI che sottolineano il carattere crossover di Nuovo CAPTUR. Anche la gamma dei cerchi in lega si amplia con i nuovi cerchi da 17” Diamantati Black o Grey EMOTION, la nuova tonalità Grey per i cerchi da 17’’ Diamantati EXPLORE ed il design esclusivo dei cerchi INITIALE PARIS, sempre da 17”, Diamantati Black.


E poi interni raffinati con nuovi materiali di alta qualità, la possibilità di personalizzare l’abitacolo in 6 diverse tinte e quella di aggiungere un tocco personale scegliendo l’inserto della modanatura laterale ed il profilo logo del cerchio in 5 diversi colori.
Con sei tipi di motorizzazioni, diesel o benzina, Nuovo CAPTUR permette di scegliere il propulsore più adatto alle proprie esigenze.
Le motorizzazioni diesel disponibili sono: Energy dCi 90 (disponibile con trasmissione manuale o automatica) e Energy dCi 110, associato ad una trasmissione manuale a 6 rapporti. Dotato dello Stop & Start e del sistema di recupero dell’energia in frenata e in decelerazione, questo motore eroga una potenza di 110 cavalli a 4.000 giri/min e una coppia di 260 Nm a 1750 giri/min. L’architettura del turbo a inerzia ridotta consente tempi di risposta molto brevi ai bassi regimi.
I propulsori benzina offerti sono invece: Energy TCe 90 con trasmissione manuale, ora guidabile anche dai neopatentati, e Energy TCe 120 con trasmissione automatica o nella nuova versione con cambio manuale a 6 rapporti. Grazie a tecnologie come l’iniezione diretta, il turbo e lo Stop & Start, il motore eroga 205 Nm a partire da 2.000 giri/min.

Lascia un commento