Citroën C4 Cactus, un’emozione continua…

Citroën C4 Cactus, un’emozione continua…

E continua l’emozione… Citroën C4 Cactus, con il suo brio, il suo dinamismo, il suo essere così particolare, il suo distinguersi nel traffico cittadino… riesce a distinguersi anche tra i paesaggi delle Cinque Terre, confondendosi con la natura, affrontando i tornanti, puntando la meta…
Si confonde con i riflessi verdi e blu del mare e gli scintillii del sole che gioca con il suo tetto panoramico ne fanno un gioiello alla ricerca del suo scrigno tra gli anfratti che frastagliano il profilo della costa.
La strada per raggiungere Porto Venere è un’emozione continua, ma non è nulla rispetto allo scorcio mozzafiato che attende chi raggiunge la meta.
E’ a suo agio ovunque, Citroën Cactus, con le sue forme arrotondate e lisce che la rendono immediatamente riconoscibile perché armoniosamente unica nel mondo automobilistico.

Inconfondibile anche per gli Airbump, esclusivi e utili per proteggere la carrozzeria, e piacevole da vivere con tanto spazio per il passeggero ricavato dall’airbag integrato nel padiglione.
Il tetto panoramico ad alta protezione termica inonda di luce l’abitacolo proteggendo dal calore.
Il comfort non cambia neanche quando la strada, tortuosa e magnifica, esalta le doti della Cactus che non si scompone neanche sui tornanti più stretti.
Si lascia la strada principale per imboccare le deviazioni per Riomaggiore, Manarola, Corniglia che domina il mare dal suo sperone di roccia, fino a Vernazza. E infine Monterosso, con le sue lunghe spiagge e il borgo vecchio, dove finalmente riposarsi. Solo per poco. Giusto il tempo di preparare l’itinerario verso la prossima meta di un nuovo viaggio a bordo di Citroën Cactus.

Lascia un commento